Loading...

lunedì 3 maggio 2010

Matt.10-29/30


Matt.10-29/30 "Non si vendono forse due passeri per un soldo? Eppure neanche uno di loro cade a terra senza il volere del Padre vostro.
Ma quanto a voi,perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati."
Giovanni Calvino,prendendo spunto da questo e altri passi biblici dove si descrive Dio provvedere ad ogni minimo moto,azione,o bisogno del creato,afferma praticamente,nelle sue "Istituzioni"che ogni essere ha vita,movimento,azione solo attaverso l'azione divina,Dico io,perché Dio avrebbe dato al creato leggi precise che soprintendono alla sua vita se poi ci fosse bisogno di un suo continuo intervento? Per quanto riguarda noi uomini,non è disprezzare l'azione di Dio il togliere ogni capacità all'intelletto umano di determinare degli eventi?
Perché Dio ci avrebbe dato l'intelligenza se voleva che non la usassimo?
Calvino così profondo in tantissime cose che lui scrive ed afferma,in questo mi sembra troppo appiattito sul significato letterale delle immagini usate dalle sacre scritture e ne perda il significato più profondo,che forse sta nel volerci dire che la presenza dell'Altissimo è presso di noi e ogni altra creatura,costante,sollecita.

Nessun commento:

Posta un commento